NEWS

Credito, quasi 20 miliardi erogati agli italiani nel 2017

Immagine di anteprima

Svelati i numeri del credito al consumo in Italia nel 2017, durante l’ultima edizione dell’Osservatorio Compass presentata oggi

Il credito al consumo ha avuto un ruolo determinante nel supportare in tutti questi anni le famiglie italiane negli acquisti desiderati: senza la possibilità di dilazionare i pagamenti, infatti, secondo i convenzionati, solo il 20% avrebbe effettuato comunque la spesa, mentre ben l’80% avrebbe rinunciato o rimandato.

Un pilastro, quindi, per la società e per i consumi, tanto che negli ultimi anni il settore è cresciuto significativamente, chiudendo il 2017 con un nuovo record in termini di finanziamenti finalizzati, arrivando a superare i 19 miliardi di euro (+7,8% sul 2016 e +54% sul 2013), con un valore medio per acquisto di 5.300 euro (+37% sul 2013). Segnali incoraggianti arrivano poi dalle previsioni sulla congiuntura economica dei prossimi 12 mesi, che avrà effetti positivi anche sulle vendite secondo i convenzionati intervistati.

Lo rileva l’ultima edizione dell’Osservatorio Compass (Gruppo Mediobanca) presentato oggi che conferma l’importanza del credito al consumo in risposta ai bisogni dei consumatori e si focalizza su alcuni argomenti “cari” alle famiglie, come l’acquisto di un’auto o di una moto, le celebrazioni legate al matrimonio e l’arredamento della casa.

A spingere la crescita anche nel 2017 ha contribuito in maniera predominante il settore di auto e moto, che rappresenta ben l’82% del valore dei finanziamenti erogati totali. Segue, in misura minore, l’arredamento con il 9% e l’elettronica con il 6%. Rispetto al numero di richieste, è proprio l’elettronica ad essere il settore più rilevante, a fronte di un importo medio finanziato (€ 889) decisamente più basso rispetto a quello delle auto (€ 13.048).

A trainare questo trend positivo sono stati soprattutto i giovani, con un aumento delle richieste erogate nel 2017 del +59% sul 2013, mentre a livello geografico le regioni con il maggior incremento sono la Calabria (+25,3%) e l’Emilia Romagna (+24,7%).

Secondo molti convenzionati, il contesto macroeconomico continuerà ad essere favorevole: il 44% prevede un miglioramento e solo il 15,5% un peggioramento – con effetti diretti sulle vendite – in aumento per quasi uno su due (46,3%). Ma non solo, ben il 44% dei dealer ha intenzione, nel prossimo biennio, di investire e realizzare progetti legati allo sviluppo del proprio business e in particolare di ampliare, ristrutturare o migliorare lo spazio del punto vendita.

“La ripresa dei consumi e del potere di acquisto sono un segnale positivo per l’economia del Paese e l’Osservatorio Compass evidenzia la ritrovata fiducia da parte delle famiglie e dei venditori – dichiara Luigi Pace, Direttore Centrale Marketing e Customer Management di Compass – In questo percorso di crescita il credito al consumo ha un ruolo decisivo per aiutare gli italiani a realizzare i propri desideri, come l’acquisto di auto, matrimonio o arredare la casa. Senza questo strumento, infatti, la maggior parte dei consumatori finanziati avrebbe rinunciato o rimandato l’acquisto, frenando le vendite.”

Condividi:
10/05/2018 | Categorie: Finanza personale Firma: Redazione