NEWS

Consulenti, allarme Europa:
solo il 27% conosce l’ESG

Immagine di anteprima

Un’indagine europea svela il trend preoccupante sulla consulenza finanziaria

Un gap di conoscenze da colmare

Meno di un consulente finanziario su tre ha le conoscenze necessarie per poter proporre e discutere di investimenti Esg con il proprio cliente. Il dato preoccupante è emerso da una ricerca internazionale, condotta di recente da Fecif (la Federazione europea che riunisce le associazioni nazionali di consulenti finanziari).

La situazione della consulenza

In particolare tra gli advisor europei, appena il 27% dei rispondenti ha detto di avere una conoscenza sufficiente nel discutere questioni Esg con gli investitori. C’è però anche una nota positiva, il 93% dei consulenti del Vecchio Continente dichiara di considerare attentamente gli standard Esg quando consiglia un investimento ai propri clienti.

Sostenibilità protagonista futura

Dunque, da un lato una mancanza e dall’altro grande voglia di sostenibilità. Un report che svela come il mondo della consulenza abbia bisogno di una adeguata formazione sull’Esg, che nei prossimi anni diventerà sempre meno marginale sino ad assumere il ruolo di protagonista assoluto nel medio periodo.

06/12/2020 | Categorie: Economia e Dintorni , Mondo consulenti Firma: Luca Losito