http://bit.ly/consulenzaMiFIDII
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Previdenza > PENSIONI D'ORO, è legittimo il contributo di solidarietà
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

PENSIONI D'ORO, è legittimo il contributo di solidarietà

Duro il commento di Brambilla (Itinerari Previdenziali): “Concetto pericoloso che conferisce un precedente a chi afferma che i soldi si prendono dove ci sono”

07/07/2016 Redazione
La Corte Costituzionale ha dichiarato legittimo il contributo di solidarietà sulle cosiddette pensioni d’oro introdotto dal Governo Letta con la legge Finanziaria 2014 (legge n.147/2013) per il triennio 2014-2016.



Una decisione  “molto preoccupante”, commenta Alberto Brambilla, presidente del Centro studi e ricerche di Itinerari Previdenziali, perché giustifica il prelievo sulle pensioni riconoscendo da un lato che si tratta di un sacrificio, ma siccome i soggetti colpiti sono abbienti in quanto percepiscono una pensione elevata, allora quel sacrificio è sopportabile. “E’ un concetto pericoloso perché conferisce un autorevole precedente a chi continua ad affermare che i soldi si prendono dove ci sono”, dichiara Brambilla, che come esempio riporta il caso di un cittadino che ha tre case e una le viene sottratta per darla a chi non ne ha neanche una, con la motivazione che è un sacrificio ma visto che ha tre case anche se ne perde una vive lo stesso, tanto un tetto ce l’ha ugualmente.

“Tutto ciò lede il principio di uguaglianza nei confronti dello Stato, di certezza del diritto: perché mai dovrei versare i contributi se poi con una semplice leggina cancellano i sacrifici di oltre 40 anni di lavoro?", si chiede Brambilla, che aggiunge: “Con questa sentenza i concetti stessi di proprietà privata e di libertà individuale sono molto a rischio”.
 
Ma chi sono questi pensionati d’oro e quanto incidono sulla ricchezza complessiva?
“I colpiti dal contributo di solidarietà sono solo 45.503 e rappresentano lo 0,28% del totale dei 16,259 milioni di pensionati del 2014. Questa piccola quota di contribuenti, ininfluente numericamente sotto il profilo elettorale, può ben subire la “violenza di gruppo” a cui poco interessa se la pensione è frutto dei contributi versati. Inoltre la manovra del Governo Letta è pure ridicola perché nella migliore delle ipotesi il contributo che lo Stato ricava da questi pensionati ammonta a 230 milioni di euro, nulla in confronto al fabbisogno prodotto da chi le tasse e i contributi non li hai mai pagati -  prosegue il professore   - Infatti il 53% del totale pensionati è assistito totalmente o parzialmente dallo Stato e quindi da tutti noi con le imposte (per chi le paga); per dare la pensione agli oltre 8 milioni che arrivati a 66 anni non hanno versato neppure 15 anni di contributi, la collettività si carica di un costo di oltre 48 miliardi; ben differente dai 230 milioni!”
 
Ma perché solo così pochi gli interessati?  
“Perché nel 2014 sono solo 78.000 gli italiani che hanno dichiarato redditi superiori a 200.000 euro, e secondo le nostre stime questi soggetti riceveranno una pensione che sarà pari a circa 50% della media decennale dei redditi e non al 70% come avviene per chi ha redditi più bassi – illustra Brambilla, che poi conclude dicendo - E intanto il 60% della popolazione ha dichiarato redditi zero o poco più e il 53% dell’Irpef lo ha pagato solo l’11% circa della popolazione. Pensiamo di poter mantenere il nostro welfare generoso in queste condizioni? E al prossimo giro mettiamo il contributo di solidarietà anche a quelli che prendono 3.000 euro lordi di pensione per fare un po’ di cassa?”
 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno