NEWS

Ue, lettera all’Italia per
l’aumento del debito

Immagine di anteprima

Il Paese rischia una multa di 3,5 miliardi

“Cara Italia ti scrivo, così mi distraggo un po'”, parafrasando Dalla, l’Ue, entro venerdì, dovrebbe spedire una lettera a Roma. Il motivo, più che il desiderio di distrarsi, è la richiesta di spiegazioni in merito all’aumento del debito pubblico negli ultimi mesi. E senza argomentazioni valide, potrebbe arrivare una multa da 3,5 miliardi.

Passata la sbornia elettorale, Salvini si ritrova di fronte alla dura realtà e la promessa di voler ridiscutere con Bruxelles i parametri da rispettare appare improbabile. Nella missiva della Commissione Ue, infatti, il governo dovrebbe trovare una richiesta di chiarimenti sui fattori rilevanti che hanno portato all’aumento del debito.

L’Italia sarà messa in guardia dal rischio di sforamento dei conti già per il 2018, come indicato anche nelle ultime previsioni economiche. La risposta dell’esecutivo pentaleghista sarà valutata nel rapporto sul debito che la Commissione sta preparando. Con il rischio di una sanzione salatissima a giugno per l’infrazione sul debito.

28/05/2019 | Categorie: Economia e Dintorni , Investimenti Firma: Luca Losito