Libro

Financial Advice Transformation

 24,90

Maurizio Ravezzi
Paolo Sironi

 

Editore: PFPublishing
Anno edizione: 2017
Pagine: 172 p., Brossura

EAN: 9788813331290

57 disponibili (ordinabile)

Descrizione

“Financial Advice Transformation” si rivolge ai professionisti attivi nel settore della consulenza finanziaria e dei servizi di investimento, e a tutti coloro che ritengono necessaria una profonda trasformazione del modello di business degli intermediari finanziari e del rapporto di servizio con gli investitori.

L’evoluzione della regolamentazione (MiFID2 e PRIIPS) e l’applicazione della tecnologia digitale nei servizi di investimento (Robo-Advisors) hanno innestato un processo di cambiamento detto Consulenza Finanziaria 2.0. Al tradizionale paradigma che si fonda sulla distribuzione dei prodotti e la vendita delle “performance potenziali” (previsioni), nei quali si ritiene risieda il “valore aggiunto” da collocare ai risparmiatori tramite reti commerciali, si contrappone un approccio alternativo basato sul testo regolamentare che, partendo dal cliente e dalle sue caratteristiche e obiettivi, si configura come un servizio dedicato all’analisi dei bisogni (detto Gamma del consulente) e alla generazione di rendimento tramite consigli temporali di ri-bilanciamento e switch (detto Alpha temporale).

La MiFID2 introduce cambiamenti sostanziali nel DNA della consulenza finanziaria attraverso i requisiti di trasparenza sui costi e benefici di ogni investimento rispetto al profilo di rischio di ogni investitore. Parimenti la PRIIPS modifica la rappresentazione dei prodotti finanziari attraverso l’analisi degli scenari probabilistici con approcci agnostici e neutrali in un mercato a tassi risk-free nulli o negativi.

La Consulenza Finanziaria 2.0 vuole offrire un momento di sintesi del testo regolamentare in ottica tutta operativa di generazione di valore per il cliente, e quindi di giusta remunerazione economica per il consulente finanziario e la fabbrica prodotti. Essa si articola nell’interazione circolare di due fasi distinte.
Innanzitutto l’on-boarding, ovvero la ricognizione dei bisogni, che trasforma la profilatura da mero momento amministrativo a motore di generazione del “valore aggiunto” tramite la conoscenza del cliente, dei suoi obiettivi e del suo patrimonio.
In secondo luogo l’in-boarding, ovvero l’analisi e la ricerca delle soluzioni di investimento, che massimizzano la probabilità di conseguire gli obiettivi economici e patrimoniali del cliente nell’ambito del Suitability Framework regolamentare.

In tale contesto ritornano protagonisti l’analisi dei mercati finanziari, le tecniche di costruzione del portafoglio e di misurazione dei rischi e la scelta del “timing” di investimento attraverso un aggiornamento metodologico basato sugli senari probabilistici applicati non più solo ai prodotti (KID) ma anche ai portafogli.
L’alternativa alla trasformazione verso la Consulenza Finanziaria 2.0 è la commoditizzazione, ovvero la riduzione dell’industria a soluzioni con bassa redditività per il consulente e ridotto valore aggiunto consulenziale per l’investitore.

All’interno prefazione di Massimo Scolari, Presidente ASCOSIM

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Financial Advice Transformation”