NEWS

Pir, allarme Bankitalia: il rischio è la crescita eccessiva

Immagine di anteprima

La crescita sostenuta dei Pir per Bankitalia potrebbe anche comportare dei pericoli

La crescita eccessiva dei Pir, secondo la Bankitalia, potrebbe essere paradossalmente un rischio. L’avvertimento è stato lanciato all’interno del primo numero 2018 del Rapporto sulla stabilità finanziaria, pubblicato a fine aprile da via Nazionale.

Qualora i fondi che possono investire in Pir “continuassero a crescere a ritmi sostenuti, un aumento dei rischi – avverte la Banca d’Italia – potrebbe derivare da politiche di investimento che, per usufruire dei benefici fiscali, allochino una parte rilevante del portafoglio in titoli caratterizzati da un basso grado di liquidità, benché negoziati su mercati regolamentati”.

Inoltre la banca centrale italiana spiega che in questi segmenti di mercato “episodi di volatilità dei corsi potrebbero essere particolarmente accentuati, riflettendosi negativamente sui risultati dei Pir e sulla reputazione degli intermediari che li promuovono”.

Dunque per Bankitalia “l’effetto diretto degli acquisti sui prezzi di mercato appare al momento limitato: l’apprezzamento dei corsi ha infatti riguardato anche titoli non interessati dall’attività dei fondi”. Tuttavia, se la crescita dovesse mantenersi su ritmi sostenuti gli investimenti in Pir potrebbero “contribuire a una sopravvalutazione dei corsi nei segmenti meno liquidi del mercato”.

Condividi:
09/05/2018 | Categorie: Imprese e Pir Firma: Redazione