NEWS

New normal, dal capitalismo
americano all’etica cinese

Immagine di anteprima

Nuovo focus per la rubrica PF

La pandemia globale potrebbe far scorrere i titoli di coda sul capitalismo filoamericano, proiettandoci in un mondo più vicino nei valori di fondo all’etica cinese radicata nel gigante asiatico sin dall’antichità grazie al confucianesimo. Questo il tema al centro del nuovo approfondimento per la nostra rubrica “New normal – Voci dall’emergenza”.

I primi segnali

Già prima del caos Coronavirus, le avvisaglie c’erano tutte. L’Occidente, che per decenni ha vissuto sull’onda del turbocapitalismo, trascinata dalla voglia incessante di una crescita esponenziale, stava iniziando a riporre sempre più attenzione verso il tema della sostenibilità. Un trend che mette il benessere dei cittadini e del pianeta ben al di sopra delle logiche dei ricavi.

Il detonatore dell’etica

L’emergenza, per dirla con premier Conte, ci sta dando “più tempo per riflettere sulla nostra vita e trarne degli insegnamenti”. Si scava a una dimensione più profonda. È innegabile che dopo lo schiaffo della crisi economica causata dagli Stati Uniti nel 2008, sia iniziato lo sgretolamento delle certezze sul sistema capitalistico guidato proprio dagli americani. 

Il miraggio della crescita perenne

Si è capito che la crescita economica perenne è impossibile. Neanche con gli “steroidi” del Quantitative Easing elargito a dismisura in questi ultimi anni dalle banche centrali. I leader stanno prendendo coscienza della necessità di un rallentamento e una riconversione dei valori sociali per venire fuori da questa emergenza.

Il modello cinese

E qui entra in gioco la Cina, che pur avendo scatenato suo malgrado l’epidemia, ne è venuta fuori con grande compostezza. Oggi il suo lockdown è divenuto un modello da esportare su scala globale. Quando tutto sarà finito e l’Occidente farà i conti con i danni economici, la ripartenza potrebbe subire anche involontariamente l’influenza cinese. Un Paese che pian piano sta rompendo l’egemonia economica americana e che presto ne potrà minare anche quella culturale.

Un futuro a sorpresa

I Paesi occidentali, pur con gli aiuti delle politiche monetarie, dovranno pagare conti salatissimi. E i fondamenti sociali potrebbero variare, avvicinandosi di più a valori come lealtà, empatia, affidabilità, valorizzazione dello studio e della riflessione di lungo periodo. Perché, come stiamo vedendo in questo momento, avere delle basi solide e ben radicate è l’unico modo per resistere alle inevitabili “intemperie” della storia.

25/03/2020 Firma: Luca Losito