NEWS

Italia, sul filo del rasoio: i rischi della partita con la Commissione

Immagine di anteprima

L’analisi dell’esperto Mazziero sui pericoli della manovra che sfida l’Unione Europea

La manovra (bocciata ieri dalla Commissione Europea, ndr) espansiva per 38 miliardi si poggia su un maggiore debito per 22 miliardi, la scommessa è che riesca a spingere la crescita all’1,5% nel 2019, dopo un terzo trimestre di quest’anno piatto e un progresso annuale che potrebbe a malapena segnare l’1,0%. Le misure per rilanciare il PIL sono alquanto controverse e le cifre riservate agli investimenti sembrerebbero non sufficienti a raggiungere quel risultato così convintamente sostenuto dall’esecutivo gialloverde.

Il rischio è che alla fine resti solamente il debito e gli obiettivi per ridurlo si allontanino ulteriormente, nella piena tradizione italiana che non ha saputo sfruttare le condizioni favorevoli ormai al capolinea. Dichiarazioni scomposte e protagonismi al momento hanno solo fatto aumentare i costi per finanziare il debito; i miglioramenti della crescita non li abbiamo ancora visti, ma la spesa aggiuntiva per interessi è già oggi una realtà.

Sullo sfondo resta la partita con Bruxelles: la Commissione Europea non può trascurare la possibilità che altri Paesi seguano la condotta sfidante dell’Italia; il Governo rischia di trovarsi in un vicolo cieco e l’isolamento se la procedura di infrazione verrà avviata prima delle elezioni europee di maggio. Il rischio è massimo: tutti contenti se le cose andranno per il meglio; ma qualora gli eventi precipitassero, il popolo italiano non si merita dopo dieci anni di sofferenza le conseguenze dell’irresponsabilità di pochi.

Sommario delle stime Mazziero Research

Debito Pubblico
La stima a ottobre 2018
2.340 miliardi (aumento)
Intervallo confidenza al 95%:
2.336 – 2.344 miliardi
Dato ufficiale sarà pubblicato il: 14 dicembre 2018

La stima a dicembre 2018
Compreso tra 2.309 e 2.319 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale sarà pubblicato il: 15 febbraio 2019

La stima a giugno 2019
Compreso tra 2.359 e 2.396 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Dato ufficiale sarà pubblicato il: 14 agosto 2019

Spesa per Interessi
La stima a fine 2018
Spesa interessi titoli di Stato: 66,8 miliardi di euro,
Dato finale annuale dopo le rettifiche: circa 64,8 miliardi di euro.
Questa cifra potrebbe incrementare anche sensibilmente a causa dell’aumento dei rendimenti a partire da giugno.

Variazione PIL
La stima a fine 2018
Variazione PIL stimata: +1,0%

Acquisti BCE di titoli di Stato italiani
La stima a dicembre 2018, termine QE
Acquisti totali per 365,5 miliardi, 18,2% del circolante.

22/11/2018 | Categorie: Economia e Dintorni , EconoPolitik Firma: Redazione