NEWS

Investimenti sostenibili, l’Europa è la prima al mondo

Immagine di anteprima

Secondo le ricerche di settore, il Vecchio Continente primeggia su tutti in ambito di investimenti sostenibili

L’Europa è per distacco la prima al mondo sugli investimenti sostenibili con 12mila miliardi di dollari gestiti tra il 2014 e il 2016. La seguono a ruota gli Stati Uniti, per una volta superati dall’Ue, con 8700 miliardi. Mentre al terzo posto c’è il Giappone, con 473 miliardi. Gli altri Paesi dell’Asia, pur gestendo solo 52 miliardi di dollari, hanno evidenziato una crescita del 16% negli investimenti in questo settore nei due anni analizzati. I dati sono stati pubblicati e diffusi ieri dal Global Sustainable Investment Alliance, nel suo consueto report biennale. E confermati da un’indagine del CFA Institute.

Questo genere di investimento sta prendendo sempre più piede, soprattutto nel Vecchio Continente, mostrando anche ottimi risultati di rendimento. In particolare i settori verso i quali vengono rivolte le attenzioni dei fondi sostenibili sono l’istruzione, le energie pulite e la sanità. Alla base del primato europeo c’è anche la mano delle istituzioni Ue: di recente la Commissione Europea ha varato un Piano d’Azione per favorire gli investimenti sostenibili, si partirà dalla tassonomia, un sistema condiviso di definizioni e classificazioni per le attività sostenibili sotto il profilo ambientale e sociale.

L’esito del report GSIA è inoltre ribadito dalla ricerca Global Perceptions of ESG (Environmental, Social, Governance) del CFA Institute. Secondo cui l’Europa fa meglio degli Usa sia in termini di masse investite, sia in termini di utilizzo sistematico di criteri ESG nel processo di investimento. “Credo che gli investimenti ESG abbiano ormai raggiunto la massa critica in termini di asset – sottolinea Paul Smith, presidente e CEO dell’Istituto – La maggior parte degli investitori istituzionali, dei fondi sovrani o dei fondi pensione non affiderà patrimoni a società di gestione che non valutano questi fattori”.

Condividi:
09/05/2018 | Categorie: Finanza sostenibile Firma: Luca Losito