NEWS

I Family office diventano SIM

Immagine di anteprima

L’introduzione della direttiva Mifid  porterà  cambiamenti significativi  anche nelle strutture e ragioni sociali dei family office, ossia strutture multidisciplinari dedicate alla gestione integrata di grandi patrimoniali, la cui ragione di esistere trova fondamento nei servizi di consulenza finanziaria, di strategie successorie, di tutela dei passaggi generazionali e di  pianificazione fiscale.
La Mifid ha incluso l’attività di consulenza finanziaria tra i servizi di investimento e di conseguenza  la consulenza non sarà più un servizio accessorio,  esercitatile da chiunque,  ma dovrà essere prestata solo da soggetti autorizzati, ovvero imprese di investimento che potranno essere sia persone fisiche sia persone giuridiche. Prima dell’introduzione della Mifid, la maggior parte delle strutture dei Family office erano organizzate sotto forma di  studi professionali, oppure erano società a responsabilità limitata e in qualche raro caso già società per azioni. Entro il 30 giugno del 2008 i family office se vorranno continuare a prestare i loro servizi consulenziali dovranno trasformarsi in società per azioni e chiedere l’autorizzazione a diventare SIM .  Infatti  Italia le persone giuridiche che potranno richiedere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività di consulenza dovranno avere la forma di società per azioni con un capitale sociale almeno di 120.000 euro. Mentre per le banche che offrivano ante Mifid servizi di Family office non risulteranno mutamenti. Per quei family office, costituiti in forma di  Srl o di studi professionali  conveniva sicuramente restare piccole strutture, per via dei minor costi organizzativi rispetto ad una SIM.  In Italia le vere strutture di familiy office possono contarsi sulle dita di una mano. Cfo Sim è il tipico esempio di family office, nato da un’idea di Andrea Caraceni e di quattro famiglie per gestire in maniera integrata il patrimonio di famiglia. Ora Cfo  ha esteso i servizi di family office ad una ventina di famiglie che detengono tramite una fiduciaria l’80% della Sim. Altro familiy office trasformatosi nel settembre del 2007 in Sim è  Mfo (Multifamily office sim), creato nel 2004 da Francesco Acerbi, attuale amministratore delegato, offre servizi a più famiglie di imprenditori. Anche Seven autorizzata come Sim nel 2005, con sede a Pordenone,  è specializzata nel multi-family office per le famiglie di standing elevato della zona del Triveneto. L’ultima Sim family office autorizzata da poco è Uln (autorizzazione 30 ottobre 2007), con sede a Napoli è controllata da Uln Group per il 53%, mentre la restante parte tra imprenditori della Campania.

08/04/2008 | Categorie: Mondo consulenti Firma: Redazione