NEWS

Conoscere se stessi

Immagine di anteprima

Gli investitori possono imparare molto dal famoso inciso, posto sul tempio del oracolo di Delfi “Conosci te stesso”. Nel mondo degli investimenti, le sagge parole dell’oracolo danno risalto a come il successo nel mondo della finanza dipenda da come le strategie di investimento siano coerenti con le proprie caratteristiche personali.
Il punto di partenza per una corretta pianificazione finanziaria è quello di capire se stessi, ma nel settore finanziario cosa si intende “capire se stessi”?.
Capire se stessi significa identificare i propri obiettivi e le proprie esigenze, possedere cioè una visione strategica del futuro.
Ogni individuo dovrebbe provare ad immaginare dove vorrebbe essere, dal punto di vista finanziario, nel futuro. Ma per visualizzare il nostro futuro economico, bisogna definire immagini chiare attorno a obiettivi precisi.
Prima di affrontare il mare impervio degli investimenti, si dovrebbe provvedere a fare una sorta di esame di coscienza sulla propria situazione attuale finanziaria, e pensare a quello che effettivamente oggi si possiede, cioè fare un inventario dei beni di proprietà, del proprio reddito e delle relative spese.
Questa fase, di presa di coscienza del risparmiatore, è estremamente utile per delineare una visione generale della sua situazione economica finanziaria, dei suoi progetti di vita e delle aspettative per il futuro.
Mettersi in cammino senza aver ben chiara la meta da raggiungere e attraverso quali mezzi, può tradursi in uno spreco di tempo, denaro ed energia.
Un viaggio di mille chilometri, inizia sempre con un primo passo.Si è davanti ad un concetto fondamentale della finanza, utile da ricordare. I bisogni (presenti e futuri) di un singolo individuo o di una famiglia sono talmente unici e personalizzati che non è possibile definire una sola strategia di investimento che sia valida per tutti.
I fattori da valutare nel momento in cui si debba impiegare il proprio denaro, sono così molteplici che ogni situazione deve essere analizzata nei minimi dettagli. Tali fattori, oggettivi e soggettivi inoltre, si caratterizzano anche da una dinamicità tale per cui ciò che è stato individuato in un determinato momento, può non essere più adatto sei mesi o un anno dopo.
Un valido processo di investimento, come un viaggio di mille chilometri, si prepara a tavolino, definendo prima della partenza un itinerario di viaggio, che ci porterà passo dopo passo al punto di arrivo.
Si veda insieme come arrivare a definire un efficiente piano di viaggio. Attraverso un percorso formativo, sarete guidati all’individuazione del vostro programma d’investimento. Buon viaggio!
I punti essenziali di una pianificazione finanziaria di successo possono essere riassunti in:
•Punto di partenza del viaggio : Diagnosi accurata della propria situazione patrimoniale e finanziaria, cioè bisogna determinare dove ci si trova finanziariamente ora.
•Dove si vuole andare : Misurazione in termini monetari e temporali degli obiettivi prefissati, cioè che cosa, quanto si vuole ottenere e in quanto tempo. A seconda degli obiettivi perseguiti mutano infatti le strategie di investimento da adottare: per esempio il piano di investimento idoneo per pagare gli studi ai figli non è adeguato per assicurarsi una pensione integrativa oppure un modello d’investimento adeguato per comprarsi la prima casa, non è assolutamente adatto per finanziarie le proprie vacanze.

•Realizzazione del viaggio : Attuazione del programma di viaggio stabilito. Bisogna mettersi in viaggio! Un conto è pianificare un lungo viaggio sulla carta e un’altra cosa è farlo nella realtà.
• Monitoraggio del viaggio : Controllo sistematico del programma di viaggio, aggiornato ai cambiamenti che possono intervenire durante il percorso.

Bisogna altresì sottolineare che non si può pianificare con esattezza il futuro e nel corso del tempo il quadro generale di ogni investitore cambia, con il mutare dei suoi bisogni e priorità, e con essi ogni strategia di investimento dovrà essere rivista in conformità alle nuovi esigenze e condizioni.Primo passo nel processo di pianificazione finanziaria deve essere la definizione dettagliata
della .propria situazione patrimoniale e finanziaria.
Prima di qualsiasi investimento, ci si fermi per un attimo, e si risponda alle seguenti domande :

• Che cosa si possiede ora?
• Quali e quanti debiti si hanno ?
•Con chi si hanno questi debiti ?

Questa fase è essenziale per il processo allocativo delle risorse finanziarie di ogni risparmiatore e rappresenta il punto di partenza verso un’ottimizzazione della sua pianificazione finanziaria.

24/01/2008 | Categorie: Finanza personale Firma: Redazione