NEWS

Certificati, per gli investitori sempre più strumenti di investimento

Immagine di anteprima

Banca Imi ha emesso 8 nuovi certificati Double Bonus che sono stati quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana

Arrivano sul mercato nuovi certificati. Si tratta di 8 nuovi Double Bonus Certificate che saranno quotati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana a partire da oggi, 14 novembre. A emetterli è Banca IMI, la banca di investimento del gruppo Intesa Sanpaolo, che viene così ad ampliare ulteriormente la gamma degli strumenti di investimento emessi.

I certificati offrono all’investitore la possibilità di ottenere un premio dal 6,20% al 9% a dicembre 2017 anche in caso di ribassi dell’attività sottostante (entro il livello barriera) e un ulteriore premio a scadenza in caso di stabilità o rialzi dell’attività sottostante.

certificati-banca imi 14 nov

I nuovi Double Bonus Certificate di Banca IMI sono certificati d’investimento a capitale condizionatamente protetto che hanno la peculiarità di corrispondere all’investitore un bonus nel primo mese di vita del certificato qualora il valore dell’attività sottostante sia pari o superiore al livello barriera e alla scadenza un ulteriore bonus qualora il valore del sottostante si trovi al di sopra del valore di strike iniziale. Alla scadenza, anche in caso di ribassi dell’attività sottostante (entro il livello barriera) viene rimborsato il prezzo di emissione del certificate.

In particolare, tutti i certificati Double Bonus quotati il 14 novembre hanno le seguenti caratteristiche:
– prezzo di emissione pari a 100 euro,
– durata di 24 mesi e barriera osservata unicamente alla scadenza;
– prevedono il pagamento di un bonus a dicembre 2017 qualora l’attività sottostante sia pari o superiore al livello barriera.

Alla data di scadenza si possono verificare 3 scenari:
1) Il valore sottostante è pari o superiore allo strike iniziale: il certificato paga il prezzo di emissione maggiorato di un ulteriore bonus;
2) Il valore sottostante si trova tra lo strike iniziale e il livello barriera: il certificato non paga il bonus ma rimborsa il prezzo di emissione del certificato pari a euro 100
3) Il valore del sottostante si trova al di sotto del livello barriera: il certificato rimborserà un importo commisurato a quella che si sarebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione sottostante, con conseguente perdita sul capitale investito.

Condividi:
14/11/2017 | Categorie: EconoPolitik Firma: Redazione