NEWS

Borsa, Atene regina mondiale:
+50% nel 2019, rinascita greca

Immagine di anteprima

Il dramma economico successivo alla crisi è ormai un lontano ricordo per la Grecia, che vola sui mercati e ha fatto le fortune di chi ha puntato convintamente sulla sua ripresa nel 2019

Il trionfo ellenico, dopo il crollo post-crisi

È Atene la regina delle borse mondiali, con un rialzo dell’indice Bs Ase del 50,1% a venerdì scorso, penultima seduta dell’anno. Seguono Buenos Aires (+37,6%) e il Nasdaq di New York (+35,74%). In Europa, dopo la piazza sotto al Partenone c’è Bucarest (+34,74%), mentre Milano (Ftse Mib +29,65%) è la seconda nell’Eurozona.

Piazza Affari vale invece il 37% del Pil

Complessivamente il listino principale di Borsa Italiana ha raggiunto quota 655,6 miliardi di capitalizzazione, vale a dire il 37% del Pil. Nel 2018, con 543 miliardi (-20%) valeva il 33,5% del Pil. A fine 2017 invece, con 644 miliardi di valore, il listino principale di Piazza Affari era pari al 37,8% del Pil.

Il passato della piazza meneghina

Per trovare valori superiori al 40% bisogna tornare fino al 2007, quando l’insieme delle azioni quotate valeva il 47,8% del Pil, per precipitare poi al 25% l’anno successivo. Nel 2000 invece la capitalizzazione totale della Borsa di Milano valeva il 70% del Pil italiano.

31/12/2019 Firma: Redazione