NEWS

AIAF, analisi trimestrale mercati dà risultati diversificati

Immagine di anteprima

Nell’azionario privilegiati Area Euro e Giappone, nell’obbligazionario importante sovrappeso sui Btp italiani: l’andamento dei mercati analizzato da AIAF

Il gruppo di lavoro Panel Strategist di AIAF – Associazione Italiana per l’Analisi Finanziaria – ha presentato l’ultima edizione del suo portafoglio ottimizzato, pubblicazione trimestrale che rappresenta un compendio delle view di mercato degli analisti del gruppo guidato da Giacomo Fedi e che vede al suo interno associati provenienti da realtà come Anima, Arca SGR, Cassa Lombarda, Intesa Sanpaolo, JP Morgan Asset Management, Kairos Partners SGR e UBI Pramerica SGR.

L’obiettivo di investimento si sviluppa su un orizzonte temporale di un anno – intervallo minimo per poter impostare una strategia attendibile – ma l’asset allocation viene rivista ogni 3 mesi. In generale, se da un lato si registra una maggiore cautela nell’approccio agli investimenti, complice il contesto presumibilmente strutturale di maggior volatilità, il consenso per il secondo trimestre 2018 resta positivo sulla tenuta di ciclo economico e utili aziendali, grazie a fondamentali ancora supportivi.

Per il secondo trimestre 2018 i Panel Strategist di AIAF hanno confermato il loro sovrappeso per il comparto azionario, dove vengono privilegiati l’Area Euro e il Giappone, mentre risulta sottopesato l’azionario statunitense, alla luce dei rendimenti attesi più bassi per l’indice americano. Sul fronte obbligazionario, si segnala l’importante sovrappeso sui bond emergenti e sui Btp italiani, laddove la volatilità estremamente compressa di questi ultimi ha indotto gli analisti di AIAF a usare titoli del debito italiano per bilanciare i rischi complessivi di portafoglio.

Per motivi analoghi, l’asset allocation ottimizzata risulta lunga di oro e Yen, entrambi negativamente correlati con le asset class azionarie più rischiose. Infine, le aspettative sulla dinamica del prezzo del petrolio, pur restando impostate al rialzo, si sono ridotte da positive a solo leggermente positive. “Il portfolio optimization trimestrale è frutto del lavoro del Panel Strategist dell’Associazione, volto a garantire una sempre più puntuale descrizione dei contesti di mercato e a fornire indicazioni operative tempestive ed efficaci. I nostri sforzi sono costantemente intesi a produrre una pubblicistica di qualità e a offrire percorsi formativi di eccellenza in linea con quanto da sempre AIAF fa come vero e proprio standard setter dell’analisi finanziaria”, ha commentato il presidente do AIAF, Alberto Borgia.

AIAF ha recentemente lanciato nuovi gruppi di lavoro, per approfondire ulteriormente il proprio presidio in ambiti quali la corretta valorizzazione in ambito economico-finanziario della tecnologia o quello della valutazione della correttezza degli aumenti di capitale nell’interesse degli stakeholders. Questi vanno ad aggiungersi a unità interne già da tempo operative, nel campo ESG, Startup e PIR.

Condividi:
08/05/2018 | Categorie: Ottimizzazione portafoglio Firma: Redazione