http://www.professionefinanza.com/elencopflab.php?TM=12
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > Approfondimenti > Fin. personale > Cosa è Effettivamente Il Fiscal Compact?
 
 Condividi: 
 ADV 
Cosa è Effettivamente Il Fiscal Compact?

Si sente sempre più parlare di fiscal compact e delle polemiche che, giustamente lo accompagnano. Spieghiamo di cosa effettivamente si tratta.

06/02/2012 Carlo Vallotto
IL FISCAL COMPACT è, oggi, il fulcro dei lavori degli Stati membri dell'Unione europea che mirano a rafforzare, in conformità ai trattati su cui si fonda la stessa Unione, l'articolo 4 del Trattato sull'Unione europea e il diritto comunitario, l'area dell'euro, al fine di ottenere una maggiore crescita e un coordinamento sempre più stretto delle politiche economiche.
 
IL COORDINAMENTO delle politiche economiche degli Stati membri dell'eurozona, può divenire reale ottimizzazione degli obiettivi solo se incentrato sulla sostenibilità delle finanze pubbliche con l'introduzione di regole specifiche.
 
I PARAMETRI comuni cui gli Stati dovranno attenersi. La disciplina del bilancio degli Stati membri dovrà rispondere a paramenti comuni, da introdurre nel funzionamento nazionale strutturato in disposizioni vincolanti, di natura costituzionale o equivalente:
 
- i ricavi e le spese dei bilanci delle amministrazioni pubbliche dovranno essere in pareggio o in avanzo. Gli Stati potranno temporaneamente sostenere un deficit, soltanto per tener conto dell'impatto sul bilancio del ciclo economico e, al di là di tale impatto, in caso di circostanze economiche eccezionali, o in periodi di grave recessione economica, a condizione che ciò non metta a rischio la sostenibilità di bilancio a medio termine.
 
-  Il deficit strutturale annuo della Pubblica Amministrazione non deve superare il valore di riferimento specifico per ogni Paese, che dovrà dare un adeguato margine di garanzia rispetto al valore di riferimento del 3% di cui all'articolo 1 del protocollo (n. 12) sulla procedura per i disavanzi eccessivi, allegato al trattato sull'Unione europea e al Tfue, e, il valore di riferimento per ogni Paese non deve superare lo 0,5% del Pil nominale.
 
-  se il livello del debito è nettamente inferiore al valore di riferimento del 60%, il valore di riferimento di ogni Paese per il disavanzo strutturale annuo netto può assumere un valore superiore.
 
GLI IMPEGNI SOTTOSCRITTI  dagli Stati. Aderendo al fiscal compact, gli Stati contraenti, il cui debito pubblico supera il 60% del valore di riferimento, si impegnano a ridurlo a un tasso medio di un ventesimo l'anno (come punto di riferimento) e devono inoltre garantire che la stabilità passi anche attraverso il miglioramento della governance. In merito è previsto lo svolgimento di almeno due summit all'anno, cui parteciperanno tutti gli Stati dell’area euro.
 
I PAESI CON un disavanzo eccessivo, dovranno mettere in opera programmi di partnership di bilancio ed economici, che dovranno essere presentati alla Commissione e al Consiglio europei con valore vincolante, contenenti una descrizione dettagliata delle riforme strutturali necessarie per garantire una correzione efficace e durevole dei disavanzi eccessivi.
 
LA COMMISSIONE EUROPEA
Tutti gli Stati dovranno, inoltre, impegnarsi a sostenere le proposte o raccomandazioni espresse dalla Commissione europea, qualora sia individuato dall'esecutivo Ue uno Stato membro in contrasto con un tetto del 3% nel quadro di una procedura per disavanzo eccessivo, a meno che una maggioranza qualificata degli altri Stati non esprima opinione contraria.
 
A GARANZIA degli impegni presi, ogni Stato che ritenga che un altro  non rispetti i parametri  potrà portare la questione dinanzi alla Corte di giustizia dell'Unione europea.
 
 ALLA CORTE DI GIUSTIZIA  spetterà il compito di vigilare sulla corretta trasposizione della norma che, se non attuata, potrà essere seguita da una sanzione a carico dello Stato che la infrange. La multa prevista può arrivare fino allo 0,1% del Pil e la somma potrà essere usata in due modi.
 
SE LA VALUTA dello Stato che ha commesso l'infrazione è l'euro andrà a rafforzare il meccanismo di stabilità europeo, altrimenti andrà nel bilancio generale dell'Unione europea. 

IL PAREGGIO di bilancio in Germania è noto come "la regola d'oro" ed è stato introdotto nella costituzione tedesca nel 2009 con l'obiettivo di frenare l'indebitamento pubblico. In particolare nello Stato federale deve entrare in vigore nel 2016 e nei Lander nel 2020. Le entrate provenienti da prestiti non devono superare lo 0,35% del Pil. Per il controllo delle politiche di bilancio è stato istituito un consiglio di stabilità. Previste deroghe per calamità naturali e situazioni di emergenza.
 
 CARTA FONDAMENTALE. Un vincolo che nell'attuale contesto di crisi dei debiti sovrani Berlino e Parigi chiedono che venga inserito al più presto e comunque entro l'estate del 2012 nella Carta fondamentale di ciascuno dei 17 Paesi membri dell'Eurozona. Germania e Francia ritengono che  ai Paesi non in regola con i conti non debbano essere erogate risorse dei fondi dell'Unione Europea.
 
 IN FRANCIA nel luglio scorso il parlamento ha dato il via libera in prima lettura al provvedimento di modifica costituzionale ma l'opposizione socialista ha votato contro e per il via libera serve la maggioranza qualificata dei 3/5 delle camere. L'obiettivo Francese è di raggiungere il pareggio di bilancio entro i prossimi tre anni.
 


 ADV 
Commenta

Per commentare devi loggarti al sito, se non sei registrato registrati!
Registrati: QUI!
Seguici anche su:
Cerca:
 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Approfondimenti, notizie e promozioni dedicate per i professionisti della finanza
 Nome:
 Cognome:
 E-Mail:
 
 FINANZA EVENTI
 APPROFONDIMENTI
Agenzie di Rating: Chi decide il Declassamento?
Cerchiamo di capire in maniera più approfondita che cos'è il rating e chi è che decide il declassamento di quella nazione o di quella obbligazione.
Investimenti e Diversificazione: quali strategie e quali vantaggi
Per raggiungere gli obiettivi finanziari che si siamo prefissati in campo di investimenti, è necessario bilanciare il proprio portafoglio in modo diversificato per ridurre al minimo il rischio. Ecco alcuni suggerimenti
Affitto Con Riscatto al Posto del Mutuo: Come Fare?
Secondo quanto riportato nell'ultimo bollettino Istat, l’erogazione dei mutui è crollata. Per bypassare l’ostacolo mutuo è possibile scegliere un affitto con riscatto. Vediamo come.
Le Differenze tra Spesometro, Redditometro e Riccometro
Il Fisco ha predisposto una serie di meccanismi per contrastare l'evasione fiscale. Ecco una breve guida per evitare confusioni
Evoluzione strumenti high-yeld: un “must have” per ogni portafoglio
In un contesto di tassi bassi, è importante riconsiderare la propria assett allocation per aumentare il rendimento. La parola al gestore
Obbligazioni (Bond) ibride: le caratteristiche
Gli strumenti cosiddetti ibridi, hanno fatto il loro ingresso nel mercato, solo alcuni anni fa. Vediamo le caratteristiche
Fabbriche del Prodotto e Ruoli dei Professionisti Finanziari, le novità del D.Lgs. 169 /2012
Il decreto, che modifica il D.Lgs. 141/2010, distingue con chiarezza le tre fasi di vita del contratto di credito inteso come “prodotto”: la sua creazione, la sua intermediazione e il suo utilizzo
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.