https://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/certificate_cash_collect_apr2017
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Plus > Nell'era DIGITALE, focus su cyberbullismo e web reputation
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

Nell'era DIGITALE, focus su cyberbullismo e web reputation

Internet e i social network hanno profondamente modificato la vita di ciascuno di noi. In meglio o in peggio? Quali sono i benefici, ma anche i pericoli che si celano dietro alla rete? Approfondimento al PFEXPO di Milano

15/01/2017 Stefania Pescarmona
L’avvento di internet e dei social network ha profondamente modificato la vita di ciascuno di noi. In meglio o in peggio? E quali sono i benefici e le opportunità, ma anche i rischi e i pericoli che si celano dietro alla rete?

Di tutto questo ne parleremo nel percorso “Il Galateo nell’era del digitale: cosa fare per cyberbullismo e web reputation” con Giuseppe Azzone, co-founder & client director di Miyagi, che ha spiegato che attraverso queste piattaforme, il professionista è continuamente “sotto i riflettori”. Una corretta gestione dell’immagine e una efficace interazione con il “popolo del web” diventano quindi elementi fondamentali di affermazione della propria professionalità.

Ma come ci si deve comportare per utilizzare queste tecnologie nel migliore dei modi? E come poter far sì che la nostra “web reputation” rispecchi al meglio la nostra reale professionalità? L’argomento è un tema caldo sia per i singoli individui, sia per le imprese.
“Rispetto a 20 anni fa il potere è cambiato. Sono i consumatori oggi ad avere la “voce più grossa”. Nel mondo di oggi, dove ogni persona è bombardata quotidianamente da circa 4000 messaggi pubblicitari, il word of mouth resta lo strumento di influenza decisionale maggiormente usato dalle persone per scegliere un prodotto o un servizio”, ha commentato Azzone, che ha aggiunto che la vera sfida per le aziende oggi è quella di riuscire a emergere in questo mondo di comunicazione massiva dove il racconto positivo di un familiare può essere molto più potente di migliaia di euro investite in pubblicità.

Ma ci sono delle regole per poter essere competitivi?
“La risposta è sì. I social media hanno agevolato esponenzialmente la capacità di amplificare e diffondere un messaggio prodotto da un singolo individuo in modo che se ne parli, preferibilmente bene, grazie alla sua propagazione all’interno di una comunità o di un social network. Il processo di passa-parola positivo va “stimolato”, invitando o segnalando a un gruppo di persone un determinato contenuto positivo o coinvolgendole in un’iniziativa di valore per loro, in altre parole facendo brand advocacy”, ha risposto Azzone, spiegando che l’elemento cardine di questo processo, sono i brand advocates, persone individuate e selezionate sulla base di specifiche caratteristiche che hanno il compito di sostenere, promuovere e invogliare la conoscenza di un brand/prodotto/contenuto attraverso capacità di convincimento basato proprio sul trust e sulla reputazione che hanno in un determinato settore d’azione. 

Attenzione però: il web presenta anche una serie di insidie, soprattutto per le persone più fragili. Si fa in fretta, infatti, a cadere nella trappola del cyberbullismo.
Luca Pagliari, giornalista e regista del docufilm #cuoriconnessi, pellicola voluta dalla Polizia postale e da Unieuro, ripercorre – tra le altre – alcune storie spesso drammatiche che colpiscono in profondità sia gli studenti sia un pubblico più adulto, compresi docenti e genitori. “L’obiettivo sarà quello di “regalare” alla platea, attraverso la narrazione di storie, un’esperienza emotivamente forte e coinvolgente, in grado di stimolare una riflessione sul valore della vita e sulle responsabilità che abbiamo innanzitutto verso noi stessi – ha illustrato Pagliari - Trasferire la consapevolezza di quanto sia delicato il mondo del web”.

Ogni parola postata deve sempre essere ponderata e valutata, in quanto una volta online, non sarà più possibile riparare all’eventuale danno. “Se si è vittime di cyberbullismo bisogna trovare la forza di parlare e denunciare quanto prima l’accaduto e se un compagno è vittima di attacchi, è necessario prendere le sue difese isolando i bulli ed evitando un atteggiamento passivo - ha aggiunto - Parlarne fra genitori e figli, evidenziare quanto possano ferire le parole e sottolineare la leggerezza con cui spesso vengono postate immagini inappropriate”.

Fondamentale è far scorgere alla platea, in maniera apparentemente casuale, cosa può accadere quando ci si spinge oltre la linea impalpabile del limite. Altro obiettivo importante sarà quello di trasferire il concetto che offendere e diffamare a mezzo web qualsiasi persona, costituisce reato.

Conoscere i rischi e le regole della rete significa costruire una società migliore.

Chiuderà il percorso Tommaso Lippiello, founder di SocialMediaLife.it, che ricorda che la piazza virtuale rappresenta un foro di discussione e confronto, mezzo di in-formazione capace di abbattere confini geografici, culturali e sociali. “Quelle stesse barriere imposte dai ‘giudici da tastiera’ dalla morale contorta, che trasformano il web in pubblica gogna, riversandovi odio, disprezzo e rifiuto per una presunta ‘alterità’. Web e social media rimangono tuttavia uno strumento, al servizio del giudizio o pregiudizio dell’intelletto umano”, ha concluso.

Tutto questo verrà esaminato durante il prossimo PFEXPO di Milano, in programma il 26 gennaio 2017 presso il Palazzo delle Stelline, all’interno del percorso “Il Galateo nell’era del digitale: cosa fare per Cyberbullismo e web reputation”, dalle 9.15 alle 11.00.


 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno