https://www.salonedelrisparmio.com/area-riservata/
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Plus > Facebook lancia la SFIDA alle banche
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

Facebook lancia la SFIDA alle banche

Via libera della Banca Centrale irlandese a operare come servizio di pagamento nei Paesi della Ue. Come giÓ avviene negli Usa, il re dei social potrÓ ora offrire servizi online di trasferimento denaro e pagamento degli acquisti

24/11/2016 Stefania Pescarmona
Rivoluzione nel mondo bancario. Dopo due anni di attesa, Facebook, il re dei social network, si prepara a fare il grande passo nel mondo dei servizi finanziari: diventare banca.  

L’azienda di Mark Zuckerberg ha appena ricevuto, infatti, la licenza dalla Banca Centrale irlandese e potrà offrire anche il servizio di deposito virtuale del denaro. In poche parole, il colosso Usa si trasforma in un’enorme cassaforte virtuale di denaro dei suoi utenti e potrà operare come servizio di pagamento nei Paesi della Ue.

Già oggi, negli Stati Uniti gli utenti possono trasferire denaro gratuitamente attraverso l’applicazione di Messenger, aprendo l’app e selezionando l’icona con il simbolo del denaro, grazie ad alcune partnership strategiche che sono state siglate, come quella con PayPal. Ora, in seguito all’autorizzazione ottenuta dalla Banca Centrale irlandese, lo si potrà fare anche in Europa e senza bisogno di chiedere autorizzazione dai singoli Paesi.

L’autorizzazione prevede che una società sussidiaria, il cui nome è ancora top secret, potrà proporre soluzioni finanziarie legate alla gestione dei pagamenti e potrà anche  emettere moneta elettronica, così come trasferire crediti nei Paesi europei. Gli iscritti del social network potranno, quindi, aprire un deposito sulla piattaforma del social network, nonché  utilizzare un account Facebook per fare acquisti online o trasferire soldi elettronici.

Gli interessi in gioco sono tanti:  secondo una stima della Banca Mondiale, il solo mercato delle rimesse (ossia i trasferimenti di denaro da un Paese all’altro) vale circa 500 miliardi di dollari all’anno ed è oggi dominato da due aziende, Western Union e Money Gram, con fee che vanno dall’8% al 29%.  

In ogni caso, anche se Facebook ha ottenuto il nullaosta a operare come banca, la strada per trasformarsi in un intermediario creditizio non è priva di insidie. La sfida più grande è rappresentata dalla fiducia dei consumatori. Stando a una ricerca del 2014 di Ovum, solo l'1% dei consumatori si fida dei social network come gestori di denaro virtuale, contro il 43% nei confronti delle banche e il 13% verso le carte di credito.  
 
 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno