https://www.pfevents.it/pfexpo/
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Previdenza > Consulenza previdenziale - Questione rivalutazione, guerra aperta tra stato e contribuenti
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

 ADV 
Consulenza previdenziale - Questione rivalutazione, guerra aperta tra stato e contribuenti

Pi del 36% dei pensionati italiani in attesa di rimborso.

05/04/2016 Francesco Reggio
Parliamo di pensioni e rivalutazioni, binomio che avevamo già avuto modo di trattare qualche tempo fa in seguito a una innovativa sentenza del Tar del Lazio. Oggi vi riportiamo in allegato il comunicato stampa con cui Rimborsopensioni.it annuncia una nuova ondata di ricorsi contro l’annullamento della rivalutazione delle pensioni. 
Vediamo il dettaglio.
 
È in arrivo nei tribunali italiani una nuova ondata di ricorsi contro l’annullamento della rivalutazione delle pensioni. Sono già 5 mila quelli presentati in tutta Italia attraverso Rimborsopensioni.it, che ha prorogato al 15 aprile il termine per aderire alla prossimo ricorso cumulativo per soddisfare il sempre crescente numero di richieste. 

Al 31 dicembre, data entro cui presentare ricorso per evitare di far cadere in prescrizione il diritto al rimborso, potrebbero essere 6 milioni le persone che si saranno rivolte ai tribunali italiani: tanti sono infatti i pensionati interessati dalla sospensione della rivalutazione delle pensioni disposta dal Governo Monti con il decreto “Salva Italia” (circa il 36% dei pensionati italiani). Hanno diritto a chiedere il rimborso degli arretrati e la rivalutazione della propria pensione tutti i beneficiari di una pensione di importo uguale o superiore a 1.450 euro lordi al mese. 

Sul blocco dell’indicizzazione, dichiarato incostituzionale dalla Consulta (sentenza 70/2015 Corte Cost.), nel 2015 è intervenuto il governo Renzi, attraverso il D.L. 65/2015, che ha riconosciuto soltanto una parte degli arretrati (“bonus Poletti”) o, in molti casi, niente.  
Il ricorso consiste nella richiesta al giudice competente di ritenere la non manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale dell’art 1 comma 1 del d.l. 65/2015, convertito in legge n. 109/2015, e di rinviare la causa alla Corte Costituzionale. Qualora la Consulta dichiari l’illegittimità costituzionale della norma, il giudizio sarà praticamente vinto e si avrà diritto alla ricostituzione della pensione secondo i parametri precedenti al decreto Renzi. 
“L’iniziativa Rimborsopensioni.it è nata per offrire un supporto tecnico-giuridico a tutti quei pensionati che hanno visto leso un loro diritto legittimo, aiutandoli a ottenere ciò che gli spetta sulla base di quanto disposto dalla Consulta”, commenta Silvia Malandrin di G.C.P. Gestione Crediti Pubblici. 

Visitando la piattaforma web www.rimborsopensioni.it è possibile aderire all’iniziativa e scaricare la documentazione utile per presentare ricorso. 
 
 
 
 ADV 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno