https://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/obbligazioni-collezione-tasso-fisso-usd-aud_lug2017
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Portfolio > Minibond - maxi opportunità
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

 ADV 
Minibond - maxi opportunità

Emissioni in crescita, fatturato medio degli emittenti in calo: i minibond piacciono sempre più alle Pmi italiane.

14/01/2015 Maurizio Carrara
La difficoltà di accesso al canale del credito bancario da parte delle piccole e medie imprese in Italia è da sempre motivo di dibattito fra gli opinionist del settore. Le Pmi (imprese con meno di 250 dipendenti e 50 Milioni di fatturato, o in alternativa 43 Milioni di Attivo), che rappresentano la maggior parte delle realtà aziendali in Italia, dalla seconda metà del 2008 hanno visto contrarsi drasticamente la concessione di prestiti da parte del sistema bancario. Tale contrazione viene ricondotta generalmente alla crisi finanziaria del 2007, rea di aver costretto anche gli intermediari finanziari italiani ad innalzare i requisiti per concedere fidi alle imprese.
 
Nel 2012 con la legge n.134, il governo Monti ha introdotto uno strumento che permette alle Pmi di superare le suddette difficoltà, i Minibond.
 
I minibond, classificabili come obbligazioni corporate, sono titoli di debito emettibili dalle piccole e medie imprese non quotate sui listini di borsa. L’obiettivo legislativo, come detto, è quello di creare uno strumento utile per fornire liquidità alle pmi italiane, bypassando il canale bancario.
 
Per quanto concerne le caratteristiche intrinseche, i minibond sono riservati ad investitori istituzionali, per operazioni di durata non inferiore ai 36 mesi e sono contrattate (da Febbraio 2013) su un canale di mercato dedicato, l’Extra Mot Pro. Non viene richiesto un prospetto di quotazione, la qualità debitoria dell’emittente viene valutata attraverso un business plan accompagnato da un piano di sviluppo e da un bilancio certificato (se presente anche da un rating).
 
Dal 2013 ad oggi, come testimonia il Barometro Minibond (disponibile su www.minibonditaly.it),  si contano all’incirca 92 minibond emessi, per un valore totale emesso di 4,8 Miliardi di Euro. Di queste, 73 emissioni riguardano minibond dal valore inferiore a 50 Milioni di Euro (per un valore totale di 700 Milioni di Euro). Il dato più interessante riguarda il fatturato medio delle aziende emittenti, che è andato diminuendo sin dal 2013, a fronte invece di un aumento delle emissioni. Questo indica come i minibond stiano finalmente svolgendo quel ruolo di alternativa al tradizionale canale del finanziamento bancario anche per le imprese di dimensioni contenute.
 
Se tale trend venisse confermato anche nei mesi avvenire, si potrebbe realmente intravedere uno spiraglio verso il decongelamento del sistema del credito per le piccole e medie imprese in Italia.
 
 
 ADV 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno