NEWS

Pir, l’80% dei consulenti ne è soddisfatto: tutti i dati della nostra indagine

Immagine di anteprima

Si chiude l’indagine “Clienti e dinamiche comportamentali: la lezione dei Pir per proporre nuove soluzioni di investimento” di ProfessioneFinanza e PwC

Il successo dei Pir, che a più di un anno dal debutto hanno raccolto oltre 11 miliardi di euro, è dovuto probabilmente anche all’apprezzamento degli addetti ai lavori: oltre l’80% dei consulenti dichiara di ritenerlo uno strumento in grado di soddisfare le esigenze di una clientela private. Questo uno dei dati più netti emersi dall’indagine “Clienti e dinamiche comportamentali: la lezione dei Pir per proporre nuove soluzioni di investimento”, realizzata da ProfessioneFinanza, in collaborazione con PwC.

Ma i numeri interessanti non finiscono qui. Più del 66% crede che nella scelta di questo prodotto non conti il dato anagrafico e che quindi possa attrarre tutti in modo trasversale. Il 51% pensa che il tratto più allettante dei Pir agli occhi del cliente sia la fiscalità agevolata sul capital gain. Poi, il 41% dichiara di averli proposti a tutti i suoi clienti ritenendoli un ottimo strumento di investimento a medio-lungo termine. E quasi il 50% non è favorevole all’allargamento della gamma Pir anche ad altri strumenti.

Parlando in generale di quali caratteristiche debbano avere gli strumenti di investimento per allettare il cliente, i consulenti si dividono: il 43% pensa che debbano essere semplici da comprendere, il 42% guarda ai vantaggi su altri ambiti (fiscale, passaggio generazionale, tutela del patrimonio). Inoltre, alla domanda su quali soluzioni avranno più spazio dopo la MiFID II, quasi il 46% indica quelle specializzate nella gestione attiva per portare un valore aggiunto al portafoglio del cliente.

Dunque, tracciando un bilancio sui Pir e ragionando anche sulle vendite, oltre il 44% stimano una sottoscrizione del prodotto da parte di un quarto o più dei propri clienti. L’esito del sondaggio di ProfessioneFinanza e PwC, a cui hanno collaborato anche Amundi Asset Management, AXA Investment Managers, Banca Mediolanum, Eurizon Asset Management, ha fotografato bene l’evolversi della situazione dei Pir offrendo spunti interessanti anche per il futuro.

Condividi:
16/04/2018 | Categorie: Imprese e Pir Firma: Luca Losito