NEWS

Consumi, superato l’aumento di reddito: italiani spreconi nel 2017

Immagine di anteprima

Poca prudenza da parte dei cittadini nello scorso anno: i consumi hanno superato dello 0,8% l’aumento di reddito

Nel 2017 gli italiani sono stati meno prudenti: secondo i dati Istat, hanno aumentato i consumi del 2,5% con un incremento del reddito dell’1,7%. Contestualmente è calata la propensione al risparmio delle famiglie, che scende al 7,8%: lo 0,7% in meno rispetto al dato del 2016. Le cifre provengono dai conti nazionali su settore istituzionale negli anni 2015-2017. “Gli italiani si sono trasformati da formiche a cicale”, ha commentato il Codacons.

Il presidente dell’associazione per consumatori Carlo Rienzi commentando i dati Istat ha affermato: “Negli ultimi anni le famiglie avevano dimostrato una forte tendenza al risparmio, mettendo da parte i soldi a danno dei consumi la cui crescita era estremamente contenuta. Nel 2017 assistiamo invece ad una inversione di tendenza, con la spesa dei consumatori che aumenta più del reddito e va ad intaccare la propensione al risparmio, in diminuzione del -0,7% rispetto all’anno precedente”.

“Tuttavia i numeri diffusi oggi dall’Istat non appaiono soddisfacenti né rassicuranti, e sono ancora lontani dai livelli pre-crisi – ha proseguito Rienzi – Nel 2007, ad esempio, il potere d’acquisto delle famiglie cresceva al ritmo del +1,3% annuo contro lo 0,6% del 2017; peggio ancora per i consumi, che salgono nell’ultimo anno del +2,5% contro il +4% del 2006″. Numeri che evidenziano, inoltre, un rallentamento rispetto al biennio precedente.

Condividi:
14/04/2018 | Categorie: Economia e Dintorni Firma: Redazione